au pair

Evitare problemi


Problemi / Conflitti / Incomprensioni tra famiglia ospitante e Au Pair - Soluzioni, compromessi, consigli
 
Pensavate di aver trovato la perfetta famiglia/Au Pair, ma avete poi scoperto che le cose non vanno per niente bene? Come potete risolvere la situazione?
 

Evitare i problemi in anticipo!

 
Se l’Au Pair e famiglia ospitante discutono e si pongono delle regole prima dell'inizio del soggiorno, possono verificarsi meno problemi. Le aspettative sbagliate sono sempre un grosso problema, la cosa migliore da fare il più delle volte è avere un’idea della persona che si ha di fronte raccogliendo le informazioni più importanti e discutendo dei temi principali prima di far partire la convivenza.
 
 
Annotate tutti i termini importanti del soggiorno nel contratto Au Pair, firmatelo e inviatelo alla controparte. Su AuPair.com è possibile trovare un elenco di aspetti importanti su cui si dovrebbe discutere prima di firmare il contratto.
 
Non dimenticate che l'Au Pair alloggerà all'estero per un lungo periodo, e potrebbe sperimentare una differenza culturale enorme rispetto a quella della famiglia nativa. Non sarà quindi mai una situazione facile, e ci vorrà probabilmente del tempo prima che sia l’Au Pair che la famiglia ospitante si adeguino alla nuova situazione. 
 
La nuova situazione, quindi, potrebbe generare alcune incomprensioni. AuPair.com fornisce consigli utili, in modo da poter mantenere un rapporto accogliente e funzionale.
 

Quali problemi potrebbero verificarsi?

 
Ci sono diversi problemi che possono essere anticipati:
 
  • Le difficoltà linguistiche: L'Au Pair purtroppo non conosce la lingua o non abbastanza bene da poter comunicare in modo fluido.
  • Situazione non familiare e periodo di “assestamento”: Soprattutto nella prima settimana l’Au Pair che la famiglia ospitante hanno la necessità di abituarsi alla nuova situazione. La maggior parte delle cose sono discutibili e non sempre evidenti.
  • Nuova cultura, nuove persone: le abitudini del paese straniero devono essere esplorato e lentamente apprese.
  • I conflitti e le incomprensioni in materia di tasse, norme, ecc.: l'Au Pair non può fare i compiti che gli vorrebbe assegnare la famiglia ospitante e ha bisogno di un po’di tempo per acquisire familiarità con il loro stile di vita.
  • Sovraccarico: L'Au Pair è sopraffatto dalle sue responsabilità.
  • Insicurezze: i compiti non sono spiegati o descritti nel dettaglio.
  • La mancanza di fiducia: c'è ancora mancanza di fiducia tra famiglia ospitante e l’Au Pair.


Come si possono risolvere questi conflitti?

 
È possibile evitare alcuni conflitti e prevenire incomprensioni, ma sia l’Au Pair che la famiglia ospitante devono fare la loro parte.
 
La famiglia ospitante deve:
 
  • Preparare i bambini alla nuova situazione con un nuovo membro della famiglia.
  • Essere comprensiva circa le difficoltà linguistiche dell’Au Pair. Cercate di parlare lentamente e chiaramente.
  • Acconsentire e rispettare il periodo di assestamento delle prime settimane.
  • Impostare le regole della famiglia per una vita familiare organizzata.
  • Prendere in considerazione i punti di forza e di debolezza dell’Au Pair al momento di assegnargli dei compiti.
  • Risolvere i conflitti o i problemi attraverso conversazioni aperte e oneste.
  • Organizzare riunioni di famiglia settimanali.
  • Mostrare all'Au Pair come gestire i bambini e come funzionano i propri metodi educativi.
  • Non sopraffare l'Au Pair con faccende domestiche.
  • Rispettare il tempo libero e le ore di lavoro precedentemente concordati con l’Au Pair. 
  • Preparare un piano dettagliato settimanale che descriva nel dettaglio le attività destinate all’Au Pair.
  • Mostrare interesse per le culture straniere, accettarle e rispettarle.
  • Essere aperta e premurosa.
Tenete a mente: L'Au Pair non è una tata professionista, ma un ragazzo/a disposto/a a vivere un periodo all'estero presso una famiglia del luogo.
 
 
L’Au Pair deve:
 
  • Impegnarsi con le esigenze della famiglia ospitante e rispettarne la privacy.
  • Adattarsi alla nuova situazione (ad esempio il cibo).
  • Informarsi se ci sono incomprensioni o insicurezze.
  • Seguire i metodi educativi della famiglia ospitante.
  • Gestire tutte le attività che la famiglia desidera, ma deve sentirsi libera/o di proporre miglioramenti.
  • Esporre i propri problemi e le richieste eccessive alla famiglia ospitante. Si dovrebbe anche parlare di sentimenti e bisogni, anche per i più piccoli problemi.
  • Essere onesto/a in modo che la famiglia ospitante si possa fidare.
  • Non trascurare mai le proprie responsabilità e i propri doveri.
  • Prendere decisioni insieme alla famiglia ospitante.
  • Provare a passare del tempo con la famiglia ospitante.
Tenere a mente: Onestà e Apertura = Fiducia.
 
La fiducia farà diventare all'Au Pair il soggiorno un'esperienza incredibile!
 
Le conversazioni aperte e l’onestà sono in grado di risolvere un sacco di problemi.


Tenere a mente come superare tranquillamente le critiche:

 
  • Le proprie dichiarazioni devono sempre essere chiare e fare riferimento a situazioni specifiche.
  • Usare il pronome “IO” – seguire la propria prospettiva.
  • Descrivere le qualità che si desidera criticare senza giudicare.
  • Criticare l'azione e non la persona.
  • Rimanere oggettivi e positivi, anche quando si affrontano i propri desideri.
  • Esprimere anche lodi.
Non dimenticare di essere obiettivi e ascoltare le persone. Cercate di accettare e valutare la critica o quantomeno trovare un compromesso.
 

Se si vuole fare in modo le conversazioni vadano a buon fine, attenersi a queste regole:


 
  • Ascoltare attentamente
  • Evitare lunghi monologhi
  • Tenere una conversazione equilibrata
  • Ascoltarsi a vicenda
  • Avere un atteggiamento positivo verso il proprio interlocutore.
 
Risolvere il rapporto di Au Pair dovrebbe essere sempre l'ultima scelta! Provate a trovare soluzioni e compromessi, invece. Date alla famiglia ospitante e all’Au Pair il tempo di adattarsi alla nuova situazione! La ricerca di una nuova Au Pair non solo porta ad un nuovo ed estenuante processo di ricerca, ma può anche creare una situazione instabile per i bambini!
 
Se proprio mancano i presupposti per continuare il rapporto tra Au Pair e famiglia ospitante, non dimenticate il periodo di preavviso concordato al fine di risolvere il contratto.