au pair

La vita di Nodira: Au Pair dal Tajikistan alla Germania

Di Nodira il Jul 01, 2020
L’esperienza di un’Au Pair del Tajikistan in Germania
Ciao!
 
Sono Nodira, ho 28 anni e sono un’ex Au Pair dal Tajikistan. Adesso sto lavorando come assistente infermieristico in un ospedale universitario.
 
Mi sembra ieri quando sono salita sull’aereo per Francoforte per iniziare la mia avventura Au Pair. Ma la verità è che sono già passati 4 anni! Quando ho deciso di diventare Au Pair volevo semplicemente trascorrere un anno all’estero, in un altro continente, per aprire la mente, conoscere un’altra cultura e viaggiare il più possibile. Ed è esattamente questo che ho fatto!
 
La mia Famiglia Ospitante viveva nella piccola cittadina di Schwäbisch Gmünd, nel Baden-Württemberg. Mi sono occupata di due bambine di 5 e 7 anni. Ho raggiunto il livello A1 di tedesco. Dato che la famiglia era turca e avevo già un A2 di turco, per me è stato ancora più difficile imparare il tedesco. Questa è stata la mia prima e più grande difficoltà. Ci sono stati molti giorni in cui ho pensato di lasciar perdere ma non l’ho mai fatto. Nel frattempo, ho iniziato a fare nuove amicizie e ho frequentato un corso di lingua.
 
Il mio compito era accompagnare i bambini all’asilo e a scuola. Aiutavo Azranur con i compiti e ho insegnato alla piccola Feyzanur a leggere e contare. Cucinavo 3 volte al giorno e facevo dolci almeno 2 o 3 volte alla settimana. Andavo sempre con i genitori a fare la spesa e davo una mano. Accompagnavo le bambine a terapia occupazionale e le mettevo a letto la sera. Sono comunque riuscita a viaggiare per l’Europa con i miei amici e ho visitato le città più vicine, come Roma, Milano e Barcellona.
 
In Germania ho fatto delle esperienze bellissime. Mi piace la vita in Germania, le nuove conoscenze e i nuovi posti. Non mi sono mai pentita di essere partita, ne è valsa la pena! Ecco perché sto continuando a lavorare per realizzare i miei obiettivi e spero che tutti possano trovare quello di cui hanno bisogno.
 
Quello che voglio dire ai futuri Au Pair è di prendersi cura di sé stessi, fisicamente e mentamente, e anche della propria personalità quando si è laggiù. Sì, noi Au Pair accettiamo di rispettare le regole di una famiglia sconosciuta e di vivere con loro. Spesso questo è qualcosa di nuovo, bello e interessante. Ma non dimentichiamoci di noi stessi e quello che è importante per noi. Non dobbiamo avere paura di dire no e di discutere. Dobbiamo essere onesti nei confronti della famiglia, dei bambini e nei nostri. Diamo importanza al nostro tempo e alla nostra forza.
 
I miei migliori auguri, 
Nodira

Alcuni commenti...
Lascia un commento:
Unisciti a noi
AuPair.com è social: visita i nostri account sui social media, unisciti alla nostra community e ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo alla pari!
Iscriviti alla nostra newsletter:
Iscriviti come:
Ragazza alla pari
Famiglia ospitante
Iscrivendoti, dai il tuo consenso a ricevere informazioni da AuPair.com. Puoi cancellare il consenso quando vuoi.
Unisciti a noi
Non vedi l'ora di iniziare la tua esperienza alla pari? AuPair.com ti aiuterà a trovare la tua futura famiglia ospitante.
Registrati con noi e scopri cosa possiamo fare per te: