au pair

Rishee e la sua storia in Turchia

Di Rishee il Mar 09, 2020
Diventa Au Pair in Turchia - la storia di Rishee
Trovare una famiglia ospitante non è stato facile per me. Mi ci sono voluti tre anni per trovare una famiglia straordinaria. Sì, avete sentito bene, tre anni. Ho anche cancellato il mio account dopo qualche tempo, perché pensavo che l'aupairing non facesse per me. Ma ero così determinata che alla fine ho deciso di creare un nuovo account.
 
Dopo un mese dalla creazione del nuovo account, una famiglia mi ha aggiunto tra i preferiti. Dopo una settimana, ho ricevuto un messaggio da questa famiglia ospitante con domande di base e che voleva intervistarmi su Skype. Così mi hanno fatto il colloquio e mi hanno detto che avrebbero deciso in una settimana. Dopo una lunga settimana di attesa, hanno finalmente preso la decisione di farmi diventare la loro Au Pair. Mi hanno aiutato a inoltrare tutti i miei documenti qui nelle Filippine e hanno anche sostenuto tutte le spese. Dopo 2 mesi di attesa per il mio visto di lavoro, tutto era finalmente pronto.
 
Lo scorso 30 settembre 2019, ho messo piede in questo bellissimo, incredibile paese - Istanbul, Turchia. Sono con la famiglia da 5 mesi e direi che sono la famiglia perfetta per me! Mi trattano come parte della famiglia. Sono molto comprensivi sulla mia cultura e sul mio stile di vita, soprattutto per quanto riguarda il cibo. Mi hanno fornito tutto ciò di cui avevo bisogno - letteralmente tutto, anche le cose personali. Mi portano con loro ovunque vadano, mostrandomi dei posti meravigliosi qui a Istanbul. Siamo anche riusciti a visitare il Marocco per una vacanza in famiglia. Hanno due bei bambini, di 7 anni e 19 mesi.
 
A tutti gli Au Pair che non hanno ancora trovato una famiglia ospitante, non arrendetevi mai. La famiglia giusta vi troverà al momento opportuno. Dovete solo avere pazienza e perseveranza. Ho passato lunghe notti alla ricerca di una famiglia ospitante e ora ho finalmente trovato quella che fa per me. Quindi, se mai voleste arrendervi, non fatelo. Non fatelo. Tutto accade per un motivo. Ma devo dirvi, però, che essere un Au Pair non significa solo viaggiare all'estero. Si tratta di accogliere una nuova cultura, un nuovo stile di vita e, naturalmente, una responsabilità molto grande. Non si tratta solo di prendersi cura dei bambini, ma di creare con loro dei ricordi e vederli crescere insieme a voi. Si tratta anche di saper cantare, disegnare, ballare e intrattenerli in ogni modo possibile. Sì, può essere impegnativo, ma può anche essere molto gratificante. Imparerete ad essere più responsabili, più pazienti, più comprensivi e più affettuosi. Ecco fatto, auguri e buona fortuna a tutti i miei compagni Au Pair là fuori! 
 
Con affetto,
Rishee

Fai come Rishee! Clicca qui per trovare la tua Famiglia Ospitante!

Alcuni commenti...
Lascia un commento:
Unisciti a noi
AuPair.com è social: visita i nostri account sui social media, unisciti alla nostra community e ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo alla pari!
Iscriviti alla nostra newsletter:
Iscriviti come:
Ragazza alla pari
Famiglia ospitante
Iscrivendoti, dai il tuo consenso a ricevere informazioni da AuPair.com. Puoi cancellare il consenso quando vuoi.
Unisciti a noi
Non vedi l'ora di iniziare la tua esperienza alla pari? AuPair.com ti aiuterà a trovare la tua futura famiglia ospitante.
Registrati con noi e scopri cosa possiamo fare per te: