au pair

Trascorri il soggiorno Au Pair su un’isola

Di Julia on Dec 10, 2019
Trascorri il soggiorno Au Pair su un’isola
Ci sono molte cose che puoi fare dopo il diploma: puoi prenderti un anno sabbatico e viaggiare per il mondo, lavorare come stagista in un'azienda o immergerti in un'altra cultura vivendo con una famiglia ospitante. Hai già fatto qualche ricerca e sei sicuro che un soggiorno alla pari farebbe al caso tuo, ma non vuoi puntare alle classiche Londra, Parigi o agli Stati Uniti? Bene, allora ecco una proposta elettrizzante pensata per te!
 
Perché non scegliere un'isola lontana da tutto e da tutti per il soggiorno Au Pair? Dato che molti paesi europei possedevano colonie in passato, alcune delle isole più belle del mondo appartengono ufficialmente all'UE. E come cittadino dell'Unione Europea puoi entrare in questi territori senza richiedere il visto. Se non provieni da uno degli Stati dell’Unione puoi comunque richiedere il visto proprio come faresti con qualsiasi altro paese continentale dell'UE. In questo post abbiamo raccolto i 10 posti più sorprendenti per l’esperienza Au Pair!
 
 

1. L’isola della Riunione (la Réunion) 

 
La Réunion (o Réunion) è un dipartimento d'oltremare della Francia. Si trova a circa 700 km a est del Madagascar nell'Oceano Indiano. L'isola è stata una colonia dal 16° secolo, quindi il francese è la lingua ufficiale. La maggior parte della gente parla anche il creolo Réunion che è un misto di francese, malgascio, portoghese, tamil e hindi. Anche se parli già bene il francese, puoi sempre imparare una nuova lingua. Attualmente circa 865.000 persone vivono sull'isola e godono di un clima tropicale. Diventando Au Pair a Réunion potrai beneficiare della diversità dell'isola: potrai scalare e fare lunghe passeggiate in in montagna o sdraiarti sulla spiaggia e goderti un bellissimo tramonto, unico nel suo genere.

 

2. La Martinica


La Martinica appartiene alle Antille nel Mar dei Caraibi orientale ed è un dipartimento francese d'oltremare proprio come La Réunion. Queste isole contano circa 380.000 abitanti. Cristoforo Colombo scoprì l'isola nel 1502, ma i coloni spagnoli non erano interessati a occuparla. Nel XVII secolo arrivarono i francesi e rivendicarono l'isola per Luigi XIII, il sovrano dell'epoca. Ancora oggi la lingua ufficiale è il francese e tutti lo parlano.Tuttavia, sempre più persone nella Martinica parlano il creolo delle Antille, una lingua basata sul francese ma con influenze caraibiche, africane, inglesi, portoghesi e spagnole. Come Au Pair nella Martinica puoi scegliere se migliorare il tuo francese, imparare una nuova lingua o fare entrambe le cose! In ogni caso, le tue conoscenze del francese ti aiuteranno. Un altro motivo per fare l'Au Pair su quest'isola è la natura mozzafiato. Dato che alcune parti dell'isola sono ancora boscose, vedrai alcune specie sia di piante che di animali mai viste prima. 
 
 

3. Le Azzorre

 
Le Azzorre sono costituite da nove isole vulcaniche e sono una regione autonoma del Portogallo, appartengono dunque all'Unione europea e all’area Schengen. Questo bellissimo gruppo di isole si trova nell'Oceano Atlantico settentrionale, ad ovest del Portogallo continentale. Perché dovresti diventare Au Pair alle Azzorre? Abbiamo una lista completa di ottime ragioni: il tempo è fantastico, soprattutto se non ti piace il freddo clima europeo. Grazie alla Corrente del Golfo, il clima è decisamente mite, con una media compresa tra i 16°C e i 25°C e quindi con gli inverni più caldi d'Europa. Inoltre, gli abitanti delle Azzorre parlano portoghese, così potrai migliorare le tue conoscenze linguistiche e immergerti in una cultura completamente nuova. Poiché ci sono nove isole e varie influenze culturali, in ogni regione è possibile trovare una cultura, una cucina e tradizioni diverse. C'è sempre qualcosa di nuovo da scoprire! Le Azzorre sono una bellissima destinazione per il tuo soggiorno alla pari che promette un'esperienza straordinaria!

 

4. Nuova Caledonia 


Situata nell'Oceano Pacifico, la Nuova Caledonia dista circa 1.200 km dall'Australia ed è suddivisa in tre province. In totale, circa 270.000 persone ci vivono. Il nome dell'isola deriva dal nome latino della Scozia, poiché l'isola ricordava all'esploratore britannico James Cook il nord della Gran Bretagna. Nel XIX secolo i francesi hanno conquistato l'isola durante il regno di Napoleone III. La Nuova Caledonia non è solo un'isola ipnotizzante, è anche il luogo perfetto per i nerd linguistici! Non solo puoi migliorare il tuo francese, ma anche immergerti nel Nengone, Paicî, Ajië, Drehu o in una delle altre 35 lingue native! E ci sono 28 lingue parlate dai Kanak, un gruppo indigeno dell'isola. E sapevi che la Nuova Caledonia è l’isola più ricca di specie animali e vegetali del mondo (per chilometro quadrato)? Avrai da raccontare molte storie interessanti dopo questo soggiorno alla pari! 
 
 

5. La Guadalupa

 
La Guadalupa è un altro territorio francese d'oltremare, ma non appartiene allo spazio Schengen. La Guadalupa è divisa in sei isole abitate e molte altre isole minori disabitate. I nativi Arawak chiamavano l'isola Karukera che significa "L'isola delle belle acque"! Situata nei Caraibi, Cristoforo Colombo fu il primo europeo ad arrivarci e chiamò l'isola Guadalupa. L'isola ha un clima tropicale e solo due stagioni: quella "secca" (da gennaio a giugno) e quella "delle piogge" (da luglio a dicembre). E' anche la patria di alcuni degli animali più simpatici che ci sono: racoon, agouti e la mangusta. Non sai che cosa sia una mangusta o un agouti? Prenditi il tempo di cercare delle foto e prenota il biglietto aereo per la Guadalupa! La lingua ufficiale dell'isola è naturalmente il francese, dato che la maggior parte della popolazione parla anche il creolo della Guadalupa, avrai la possibilità di acquisire qualche conoscenza in una nuova lingua! 
 
 

6. La Mayotte

 
Dal 1841 la Mayotte appartiene alla Francia ed è considerata un dipartimento d'oltremare della Francia. L'isola si trova nell'Oceano Indiano a nord-ovest del Madagascar. È interessante notare che l'isola, che ha circa 270.000 abitanti, non è completamente francofona. La maggior parte delle persone infatti non parla francese come prima lingua e solo la metà di loro lo studia come seconda lingua. Le lingue native dell'isola sono lo Shimaore, che è un dialetto delle Comore e strettamente legato allo Swahili, e il Kibushi, legato al Malgascio. Inoltre, molte persone parlano il Kiantalaotsi, che non solo è influenzato dal malgascio, ma anche dallo Shimaore e dall'arabo. E non è tutto: alcune persone nella Mayotte parlano anche l'arabo come seconda lingua e altri dialetti che derivano dalle altre lingue africane. Ascoltate attentamente, poliglotti, Mayotte è per voi!

 

7. La Guyana francese

 
Un altro dipartimento francese d'oltremare, la Guyana francese, si trova sulla costa atlantica dell'America meridionale, vicino al Brasile e al Suriname. La maggior parte degli abitanti vive nella capitale Cayenne perché quasi il 99% del paese è ricoperto da foreste. Se hai sempre voluto visitare la foresta pluviale, il Parco Amazzonico della Guyana è quello che fa per te. Ha anche un clima tropicale che permette alle piante locali di prosperare. Precedentemente abitata dai nativi americani, la Guyana è stata designata come territorio francese alla fine del XVIII secolo. Nonostante il francese sia la lingua ufficiale e sia parlato dalla maggior parte delle persone come prima o seconda lingua, ci sono lingue locali in ogni comunità come il creolo francese guyanese, le lingue amerindiane o le lingue creole maroon. Inoltre, troverai persone di lingua portoghese, spagnola, olandese, inglese e tamil, il che si aggiunge all'atmosfera multiculturale dell'isola. Quale posto migliore per integrarsi con un altro background culturale, giusto?

 

8. Polinesia francese


La Polinesia francese, da non confondere con la Guyana francese, è una comunità francese d'oltremare e si trova nell'Oceano Pacifico meridionale. Se durante il tuo soggiorno Au Pair scovare spiagge paradisiache sarà il tuo sogno, qui ne troverai moltissime poiché il dipartimento è composto da 118 isole diverse. L’isola è stata scoperta da esploratori portoghesi nel 16° secolo e più tardi anche i coloni britannici hanno mostrato interesse per il territorio. Infine, le isole sono state colonizzate dalla Francia - motivo per cui il francese è oggi l'unica lingua ufficiale della Polinesia francese (anche se il Tahitiano viene usato frequentemente). Ami lo sport? Allora la Polinesia francese sarà il tuo sogno! Le isole non sono note solo per la loro squadra di calcio, ma anche per il surf: Teahupo'o, un hotspot locale per il surf, è conosciuto a livello internazionale per le migliori onde del mondo. Ovviamente, la Polinesia francese è il luogo perfetto per i subacquei e per tutti coloro che vogliono letteralmente immergersi. Dai un’occhiata a Rangiroa e Fakarava se sei interessato all'argomento. Ma non è tutto: anche il rugby è molto popolare nella regione. E infine, ma non meno importante, c'è lo sport tradizionale del va'a. La parola significa qualcosa come "barca" ed è abbastanza simile a quello che noi conosciamo come canoa.

 

9. Wallis e Futuna 


Non lontano dalla Polinesia francese si trova un'altra collettività dell'isola francese: Wallis e Futuna prendono il nome dall'esploratore britannico Samuel Wallis. Circa 11.500 abitanti vivono sulle tre isole vulcaniche principali. Ciò che è davvero speciale di questa località è la varietà di mammiferi presenti. Se ti piacciono gli animali marini dovresti andare a Wallis e Futuna per vivere la tua avventura Au Pair: avrai la possibilità di vedere un gran numero di balene, delfini e focene. A differenza di altri territori d'oltremare francesi, gli abitanti di Wallis e Futuna parlano il vallesano, il futunan e solo il 12% della popolazione parla francese. Un consiglio: parlare la lingua del popolo renderà la tua esperienza ancora più autentica e fruttuosa. Impara a dire che ti interessa la cultura locale e vedrai come i nativi saranno aperti a integrarti e mostrarti tutto sulle loro tradizioni!
 
 

10. Saint Pierre e Miquelon


Non sai decidere se vuoi fare l'Au Pair in Canada o in Francia? Bene, allora Saint Pierre e Miquelon è il compromesso perfetto! La collettività territoriale d'oltremare francese autonoma è molto vicina alle regioni canadesi del Labrador e di Terranova. Come Au Pair su quest'isola, entrerai a far parte di un club molto esclusivo, dato che ci sono solo 6.000 abitanti. Un ulteriore vantaggio: in primavera potrai ammirare la migrazione delle balene verso la Groenlandia, un'esperienza unica nella vita. Ma non andarci se ti manca l'orientamento: non ci sono nomi di strade sulle isole poiché la gente del luogo ha creato dei soprannomi per i luoghi popolari. Si dice che Saint Pierre e Miquelon siano i territori d'oltremare più vicini in termini di lingua e cultura. Non c'è quasi nessuna differenza dialettale rispetto al francese metropolitano ed è ancora più vicino del francese canadese.
Da Au Pair a traduttoreda Niamh il 05 Dec, 2019Leggi di più »
Come diventare interpreteda Niamh il 12 Dec, 2019Leggi di più »
Alcuni commenti...
Lascia un commento:
Unisciti a noi
AuPair.com è social: visita i nostri account sui social network, unisciti alla nostra community e ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo alla pari!
Iscriviti alla nostra newsletter:
Iscriviti come:
Ragazza alla pari
Famiglia ospitante
Iscrivendoti, dai il tuo consenso a ricevere informazioni da AuPair.com. Puoi annullare l'iscrizione quando vuoi.
Unisciti a noi
Non vedi l'ora di iniziare la tua esperienza alla pari? AuPair.com ti aiuterà a trovare la tua futura famiglia ospitante
Registrati con noi e scopri cosa possiamo fare per te:
Registrati come Au Pair Registrati come famiglia