au pair

Au Pair in Portogallo - informazioni sul programma

Il Portogallo sta diventando sempre più popolare tra i giovani interessati a fare un’esperienza all’estero.
 
Come Au Pair in Portogallo avrai la possibilità di visitare posti unici e di scoprire una nuova cultura, vivendo con una Famiglia Ospitante.
 
Ecco tutto quello che devi sapere sul programma Au Pair in questo piccolo ma meraviglioso paese, nell’estremo occidente europeo. 
Au pair portogallo
Nonostante sia un paese piuttosto piccolo, il Portogallo offre una grande varietà di paesaggi, oltre ad essere ricco di storia e di luoghi da scoprire. Inoltre, le grandi città come Lisbona e Porto stanno diventando sempre più internazionali, attirando giovani da tutto il mondo.
Se sei uno di loro, dovresti leggere le cose più importanti da sapere prima di trasferirti in Portogallo.
 
Anche se il Portogallo non ha un programma ufficiale Au Pair, è possibile fare un'esperienza del genere in questo meraviglioso paese. Come? Trova maggiori informazioni nelle sezioni sottostanti:
Prima di iniziare l'esperienza alla pari, il candidato e la Famiglia Ospitante devono discutere tutti i dettagli del soggiorno alla pari e scriverli nel contratto. Un altro punto da non dimenticare e di cui occuparsi prima della partenza è l'assicurazione sanitaria.
A seconda della loro provenienza e di dove vogliono andare, gli Au Pair potrebbero aver bisogno di un visto e/o di un permesso di lavoro.
Durante il soggiorno alla pari in Portogallo, l'Au Pair e la Famiglia Ospitante hanno alcuni doveri e regolamenti da rispettare. Assicurati di raccogliere tutte le informazioni in anticipo per iniziare il tuo viaggio senza sorprese!
Prima di cercare una Famiglia Ospitante in Portogallo devi controllare se soddisfi i requisiti per essere un Au Pair nel paese. 
Prima di cercare un Au Pair dovresti controllare se soddisfi i requisiti per diventare una Famiglia Ospitante in Portogallo. 

Il contratto Au Pair  

Become an Au Pair in Melbourne
Contratto Au Pair
L'Au Pair dovrà firmare un regolare contratto di lavoro. La Famiglia Ospitante deve impiegare regolarmente l'Au Pair come assistente all'infanzia. Pertanto, l'Au Pair deve soddisfare i requisiti per gli assistenti all'infanzia. Le famiglie e gli Au Pair possono anche firmare il modello di contratto Au Pair disponibile sul nostro sito web. È possibile scaricarlo e personalizzarlo includendo tutti i dettagli rilevanti. È importante aggiungere il maggior numero possibile di informazioni, come ad esempio:

Cessazione del contratto

In caso di problemi, le parti possono decidere di cessare il contratto.
 
Qualunque sia il motivo della cessazione, è importante rispettare il periodo di preavviso. Che sia l'Au Pair o la Famiglia Ospitante a prendere questa decisione, il periodo di preavviso è di due settimane. Durante questI 14 giorni, entrambe le parti devono collaborare e, se possibile, aiutarsi reciprocamente a trovare un’alternativa.

L'assicurazione dell'Au Pair in Portogallo

L'Au Pair avrà bisogno di un'assicurazione durante il soggiorno nel paese ospitante. L'assicurazione dovrebbe coprire l'intera durata del programma.
 
I cittadini UE/EEA sono coperti dalla loro tessera europea di assicurazione sanitaria. In ogni caso, una volta che il/la babysitter inizia a lavorare in Portogallo, viene iscritto/a automaticamente alla previdenza sociale (Segurança Social), e alla copertura sanitaria, sia che si tratti di cittadini europei o meno. 
Le detrazioni per la copertura sono automaticamente prese dallo stipendio.
Senza una tessera sanitaria, gli stranieri hanno diritto solo alle cure di emergenza gratuite dal sistema sanitario statale, mentre tutti gli altri servizi sono a prezzo pieno.

Informazioni sul visto

Become an Au Pair in Kopenhagen
Visto Au Pair
I cittadini dell'UE/EEA e della Svizzera possono entrare in Portogallo usando la loro carta d'identità: non è richiesto alcun visto di lavoro portoghese per vivere o lavorare nel paese.
Tuttavia, coloro che vanno a lavorare in Portogallo per più di sei mesi hanno bisogno di un certificato di residenza (Certificado de Registo).
 
Il Portogallo ha anche molti accordi con paesi non europei come gli Stati Uniti, il Canada, l'Australia e la Nuova Zelanda: i cittadini di questi paesi possono entrare e rimanere in Portogallo per 90 giorni in un periodo di sei mesi (180 giorni) senza bisogno di alcun visto.

Cittadini extra-europei

C'è una differenza tra i cittadini non europei che entrano in Portogallo per motivi di lavoro in base alla durata del loro soggiorno. 
 
Coloro che entrano in Portogallo per meno di tre mesi avranno bisogno di un visto Schengen portoghese a breve termine per motivi di lavoro.
Coloro che desiderano rimanere più di tre mesi dovranno richiedere un visto a lungo termine o un visto di residenza portoghese prima di arrivare. Dopo l'arrivo, dovranno richiedere un permesso di residenza portoghese.

Stipendio Au Pair in Portogallo

Poiché non esiste un programma ufficiale Au Pair in Portogallo, la Famiglia Ospitante deve assumere l'Au Pair come un normale dipendente. Ciò significa che l'Au Pair non riceverà una paghetta, ma un vero e proprio stipendio corrispondente almeno al salario minimo del paese. 

Orari di lavoro e vacanze

Le Au Pair di solito lavorano dalle 25 alle 35 ore alla settimana (incluso il babysitting) e hanno diritto a ferie pagate durante il programma.
Secondo la legge portoghese sul lavoro, i dipendenti hanno diritto a 22 giorni lavorativi di ferie pagate all'anno.
Anche se le famiglie ospitanti in Portogallo devono assumere Au Pair con un regolare contratto di lavoro, non bisogna dimenticare che l'obiettivo principale di questo programma è lo scambio culturale. 
L'Au Pair dovrebbe trascorrere del tempo con la Famiglia Ospitante e disporre di tempo libero - almeno un giorno libero - durante la settimana.

La stanza dell’Au Pair

Uno dei requisiti della Famiglia Ospitante è quello di essere in grado di fornire all'Au Pair una stanza privata durante tutta l'esperienza.
Anche in Portogallo, dove l'Au Pair non è ufficializzato, si consiglia di ospitare l'Au Pair in casa propria per vivere appieno lo scambio culturale che è alla base di questo programma. Nel caso in cui questo non sia possibile, non è un problema.
Puoi ospitare l'Au Pair in un appartamento vicino a casa, purché sia in una zona sicura e non troppo lontana.
Infine, dato che questo è un programma diverso da quello regolare Au Pair, la Famiglia Ospitante non è obbligata a pagare l'affitto del babysitter, ma vivamente consigliato. 
Si vedano qui tutti i doveri e i requisiti del programma ufficiale Au Pair.

Corso di lingua

Una parte fondamentale dell'esperienza Au Pair è l'immersione nella cultura del paese ospitante. Imparare la lingua locale, o migliorarne la conoscenza, è uno dei modi più efficaci per partecipare attivamente al programma.
Gli Au Pair in Portogallo hanno la possibilità di frequentare un corso di lingua per migliorare il loro portoghese. Gli Au Pair devono avere abbastanza tempo libero per frequentare un corso di lingua. È importante che l'Au Pair e la Famiglia Ospitante comunichino e collaborino per trovare una scuola di lingua con un orario che si adatti alla routine dell'Au Pair.
L'Au Pair è responsabile dei costi del corso di lingua, ma la famiglia può contribuire o coprire interamente le spese se lo desidera.
Imparare una (o più) lingue straniere è un'abilità che è richiesta in molti campi lavorativi. Inoltre, il portoghese è una lingua in crescita e ci sono molte ragioni per cui dovresti impararla

Come diventare un Au Pair in Portogallo: requisiti

I requisiti del programma Au Pair in Portogallo variano a seconda del paese d'origine dell'Au Pair. Abbiamo raccolto tutte le informazioni su come diventare Au Pair in Portogallo valide per i cittadini UE e non UE.

Cittadini UE

Se sei un cittadino UE non avrai bisogno di richiedere un visto. Tuttavia dovrai soddisfare questi requisiti:

Cittadini non UE

*Poiché il programma Au Pair non è ufficiale in Portogallo, gli Au Pair dovranno essere impiegati come babysitter e il relativo limite di età per è di 21-54 anni.

Come diventare una Famiglia Ospitante in Portogallo: requisiti

Become an Au Pair in Kopenhagen
Ospita un Pair
Molti giovani scelgono il Portogallo per fare un'esperienza all'estero. Ciò che più li attrae è il clima meraviglioso, i bei posti da visitare, l'atmosfera internazionale e rilassata nelle grandi città e il costo della vita favorevole. 
 
D'altra parte, ospitare un Au Pair potrebbe essere una grande opportunità per molte famiglie per ridurre i costi di assistenza all'infanzia, che possono essere elevati. 
I vantaggi di ospitare un Au Pair sono vari e le possibilità di incontrare una persona giovane che vuole prendersi cura dei tuoi figli e fare lavori domestici leggeri in cambio di una paghetta, una stanza e pensione completa sono molto alte. 
Il Portogallo è ormai una delle destinazioni preferite dagli studenti Erasmus, quindi ospitare uno di loro durante il loro soggiorno potrebbe essere una soluzione vantaggiosa per tutti. 
A causa della lingua e della cultura comune, i brasiliani che vogliono trasferirsi in Europa o trascorrere alcuni mesi all'estero per fare esperienza trovano il Portogallo davvero interessante e relativamente più facile da raggiungere rispetto ad altri paesi. 
 
Nonostante il fatto che il Portogallo non abbia un programma ufficiale Au Pair, suggeriamo alle Famiglie Ospitanti di accogliere i candidati come se fossero un nuovo membro temporaneo della famiglia, e non come dipendenti. La ragione principale per partecipare al programma Au Pair dovrebbe sempre essere lo scambio culturale. Le Famiglie Ospitanti devono essere interessate a condividere la loro cultura mentre ne incontrano e abbracciano un'altra. 
 
Oltre a questo, ci sono alcuni requisiti che le Famiglie Ospitanti devono soddisfare, come ad esempio:
 
  • Avere almeno un figlio di età inferiore ai 18 anni. 
  • Poter offrire vitto, alloggio (in casa propria o nelle vicinanze) e uno stipendio mensile.
  • Rispettare gli orari di lavoro dell'Au Pair.