au pair

Cosa fare con i bambini durante la quarantena

Di Maryann & Felicia on Mar 24, 2020
Cosa fare con i bambini durante la quarantena
Da ormai qualche settimana il mondo sta affrontando una grave crisi sanitaria che sta avendo un impatto enorme sulla nostra vita quotidiana e sulle nostre abitudini. Più di 1,7 miliardi di persone sono attualmente in quarantena e non possono lasciare le loro case se non per necessità particolari. La nostra vita quotidiana è completamente cambiata e questo può essere complicato da spiegare ai bambini. Inoltre, in molti paesi, scuole e luoghi pubblici come biblioteche, ristoranti o persino cinema sono chiusi e i concerti e gli eventi sportivi sono stati cancellati. I bambini rimangono a casa tutto il giorno e non è sempre facile trovare idee per intrattenerli durante questo periodo di quarantena. In questo post troverete consigli su come affrontare questa situazione con i bambini e idee su come fare in modo che non si annoino mai. 

Come spiegare il coronavirus ai bambini?

Come tutti in questo momento, anche voi state vivendo una situazione imprevedibile, che nessuno si aspettava e che è estremamente difficile da gestire. Non solo dovete affrontare questa preoccupazione, ma dovete anche continuare il vostro lavoro come Au Pair. Ora più che mai, vi renderete conto dell'importanza della vostra presenza all'interno della famiglia ospitante.
 
La famiglia ospitante avrà probabilmente già parlato con i figli a proposito del coronavirus. Le scuole sono chiuse da una settimana o anche più in alcuni paesi e una spiegazione su ciò che sta accadendo è stata necessaria. Tuttavia, come Au Pair non siete esclusi da questo peso e anche se siete preoccupati per la vostra famiglia e i vostri amici a casa, questo è il momento di mostrare ai vostri bimbi ospitanti che siete lì per loro. Non è facile, naturalmente, ma è fondamentale capire quanto siete importanti in questo momento. 
 
Come sorella maggiore o fratello maggiore, siete le persone con cui i bambini parlano quando hanno dei dubbi o delle domande "stupide". Inoltre, il tempo che avete trascorso con loro ha aumentato il loro livello di fiducia, che è assolutamente diverso da quello che hanno con i loro genitori. Per questo motivo possono sentirsi più incoraggiati a parlare con voi delle loro paure e ansie in generale. Fateli sapere che lo stress e l'ansia sono normali e che dovrebbero parlare dei loro sentimenti ogni volta che vogliono. Incoraggiate la comunicazione!
Quindi, la prima cosa da fare è non evitare l'argomento. La loro consapevolezza degli eventi attuali cambia a seconda dell'età, ma non ha senso nascondere la situazione. Anche se non riescono a capire il telegiornale, i bambini sono in grado di percepire il brusco cambiamento della routine familiare e possono esserne davvero traumatizzati.
 
Una volta chiarito questo punto, dovreste essere pronti a rispondere alle loro domande. A tal fine, dovreste assicurarvi di essere ben informati sull'argomento. Leggete solo notizie provenienti da fonti affidabili e non credete in ogni post che vedete sui social. Sfruttate questa opportunità per insegnare ai bimbi ospitanti che le fake news sono più pericolose del virus stesso. Quando parlate con loro, cercate di rimanere calmi e rilassati. I bambini sono molto svegli e possono percepire incertezza a 1 km di distanza. Respirate, mantenete un tono di voce stabile e siate pronti a rispondere a mille perché.
 
I bambini hanno una fantasia invidiabile. Quindi, assicuratevi di dar loro la giusta quantità di informazioni di cui hanno bisogno, senza tralasciare troppi dettagli, altrimenti cominceranno a immaginare scenari catastrofici. Potete fornire loro dettagli concreti, in modo che possano capire che il virus non è un nemico invisibile. È più facile immaginarlo come qualcosa di vivo: mostrare loro immagini di batteri e virus al microscopio o parlare di "germi" e "parassiti". Certo, il vostro obiettivo principale è rassicurarli, ma questo non significa sottovalutare il virus: invece di concentrarvi sul numero di morti, parlate di coloro che sono guariti anche mettendo in pratica semplici pratiche di igiene (lavarsi le mani, per esempio). Potete anche raccontare tutte le storie positive, di solidarietà e compassione, che sentiamo in questi giorni: la forza del personale sanitario, persone che lavorano senza sosta nei supermercati, i ristoranti che danno il loro cibo gratis a chi ne ha bisogno. Voi siete il loro filtro!
 
Se ne parlarte con la famiglia ospitante a la cena, coinvolgete i bambini nella conversazione. In questo modo sapranno di avere un ruolo attivo e che quello che fanno può essere incredibilmente importante per evitare che il virus si diffonda: lavarsi le mani, aiutare a pulire la casa, ecc. Molti psicologi consigliano di non far guardare così spesso i telegiornali ai bambini. Se voi stessi siete in ansia dalle continui notizie sul COVID-19, immaginate il loro effetto sui bambini!
 
Il principale cambiamento nella vita dei bambini è sicuramente l'assenza della loro routine quotidiana. Non andare più a scuola, né giocare con gli amici e fare sport può essere un vero trauma per loro. È importante sottolineare la necessità di queste misure restrittive, pensate per arginare il contagio. Ricreare la loro routine o proporli la routine delle vacanze può essere utile a non aggravare il cambiamento. Aiutarli a fare i compiti come se dovessero andare a scuola può essere una buona idea.
 
Ultimo, ma non meno importante, spiegate loro l'importanza dell'igiene. Associate le routine igieniche alle canzoni e ad attività ludiche e sarà più facile per loro: non dimenticate di dare loro un rinforzo positivo!

Come intrattenere i bambini durante la quarantena?

L’importanza dell’igiene

Questa crisi sanitaria è un'opportunità per imparare i modi giusti per proteggere se stessi - e gli altri - dalle malattie. Il lavaggio delle mani è la prima cosa da fare. Dall'inizio della pandemia, ci sono stati molti video esplicativi per i bambini su Internet che mostrano quanto sia efficace lavarsi le mani. Si può usare un po’ di fantasia inventandosi qualche modo giocoso per farli capire che il lavaggio delle mani spaventa i batteri, ad esempio. 

Un po’ di attualità

I bambini sono sempre molto curiosi, amano imparare cose nuove e fare tante domande, anche quelle a cui non si sa rispondere. Quello che si può fare è chiedere loro di dirti qualcosa che vorrebbero imparare e ogni giorno discuterne un po’ di più. I giochi sono sempre i benvenuti

Cucinare

Vi piace cucinare ma non siete riusciti a trovare il tempo di farlo tra i bambini e il corso di lingua, scoprire una nuova cultura, uscire con gli amici e viaggiare? Approfittate di questa quarantena per farlo! Inoltre, i bambini adorano cucinare. Potete provare tante ricette diverse ed è l'occasione per far scoprire ai bambini le specialità del tuo paese! È anche un buon modo per imparare a rispettare le dosi e a seguire una ricetta divertendosi. E indovinate un po', abbiamo già pubblicato un articolo con consigli per cucinare con i bambini. Inoltre, cucinare è anche un momento di convivialità dove è un'occasione per stare insieme come famiglia, ridere e parlare di tutto e di niente. Approfittatene per stare insieme e condividere le vostre emozioni. 

Leggere 

In tutte le case, ci sono sempre libri che non sono mai stati letti e che aspettano solo il momento di giusto. Sceglietene uno insieme ai bambini e sfidatevi a finirlo nel giro di una settimana, per esempio. Vi aiuterà anche a migliorare la lingua del paese!

Fare videochiamate con amici o familiari

Per arrestare la progressione del Coronavirus è necessario un distanziamento sociale. Si sconsiglia - anche se proibito in molti paesi - di andare a trovare gli amici o anche i nonni. Non è quindi possibile giocare in un parco, ma questo non significa che non si possa organizzarsi diversamente! Potete contattare un altro Au Pair e organizzare una videochiamata tra i bambini. Possono chattare e giocare mentre parli con il tuo amico Au Pair. Potete anche semplicemente chiamare i nonni per assicurarti che tutti stiano bene e che avranno piacere a sentire i bambini durante la quarantena.

Attività creative

Una delle parole che meglio descrivono i bambini è la creatività. Amano provare cose nuove e fare attività manuali. Si può creare il fai da te, disegnare, fare origami, fare un puzzle, ecc... Se siete a corto di idee, ne troverete molte su siti web come Pinterest! Potete anche giocare a giochi da tavolo come Connect 4, Uno, Indovina chi, giochi di carte. Dato che la quarantena durerà probabilmente diverse settimane, potete creare un torneo e vedere alla fine chi è stato il migliore! 

Sport 

Chi dice che stare a casa significa non fare sport? I bambini vogliono sempre muoversi e stare a casa tutto il giorno non è facile neanche per loro. Si possono fare sport insieme, come lo yoga o aerobica. Si può anche ballare con i video su Youtube. Se avete un giardino, potete anche giocare a tag, trampolino elastico, giocare a nascondino (anche in casa), ecc. Alla fine della giornata saranno più stanchi e sarà più facile metterli a letto! 
 
Ecco i nostri consigli per gestire la situazione attuale con i bambini e fare in modo che nessuno di voi si annoi e che tutti vi divertiate. Se avete altre idee per le attività da fare con i bambini, sentitevi liberi di condividerle!
Il mio viaggio per diventare Au Pair negli USAda Maryann il 17 Mar, 2020Leggi di più »
Pasqua ai tempi del Coronavirusda Felicia il 07 Apr, 2020Leggi di più »
Alcuni commenti...
Lascia un commento:
Unisciti a noi
AuPair.com è social: visita i nostri account sui social network, unisciti alla nostra community e ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo alla pari!
Iscriviti alla nostra newsletter:
Iscriviti come:
Ragazza alla pari
Famiglia ospitante
Iscrivendoti, dai il tuo consenso a ricevere informazioni da AuPair.com. Puoi annullare l'iscrizione quando vuoi.
Unisciti a noi
Non vedi l'ora di iniziare la tua esperienza alla pari? AuPair.com ti aiuterà a trovare la tua futura famiglia ospitante
Registrati con noi e scopri cosa possiamo fare per te:
Registrati come Au Pair Registrati come famiglia